Boctok (Vostok) Komandirskie crono - La (mia) finestra sul web

La (mia) finestra sul web
orologeria, tecnica, informatica
Vai ai contenuti

Menu principale:

Boctok (Vostok) Komandirskie crono

Orologi > Orologi russi > Komandirskie > Boctok Komandirskie P3133

Boctok komandirskie Crono 3133

Il Boctok komandirskie crono 3133, è il primo cronografo della serie komandirskie, dotato del Poljot 3133, l'unico movimento cronografico, oltre al Poljot 3017, prodotto dall'intera industria orologiera sovietica e successivamente russa.

Di questo cronografo esistono diverse serie, in questa pagina vedremo la prima , prodotta dalla Time Trend - Mirabilia per il mercato italiano nel 1988/1989, negli anni in cui tutto ciò che era "sovietico" incontrava l'interesse di molti, quasi come se fosse una moda.
Ricordo che in quegli anni Gorbaciov, con la "perestrojka", introdusse alcune riforme nella politica economica, permettendo ad aziende sovietiche di stringere accordi di joint-venture con aziende occidentali; il komandirskie boctok 3133 della Time Trend fu uno dei frutti di tali accordi.
Per ulteriori informazioni su questo periodo, molto importante per l'industria orologiaia russa, si veda questa pagina.
In questo articolo vedremo l'immagine appartenuta al Boctok komandirskie crono 3133, la sua origine ed alcune sue peculiartià; della varie, anticipo che il komandirskie crono 3133 (serie Time Trend - Mirabilia) è l'unico con movimento Poljot 3133,  marchiato Boctok, azienda quest'ultima che non aveva e non ha a catalogo la produzione di movimenti cronografici meccanici.


Il mito creato attorno ai komandirskie, orologi "militari" sovietici

Il komandirskie (ho parlato qui della versione "non crono") è l'orologio sovietico più noto in Europa, per la tipicità del suo design e per la sua fama, di essere  “militare”.
Il connubio komandirskie/militari,  è il risultato di tre fattori:

  • sono i komandirskie, gli unici modelli che riportano la dicitura "заказ мо ссср", che significa "Order USSR Ministry of Defense" che potremmo tradurre come "Ordine del Ministero della Difesa"

  • hanno un aspetto tendenzialmente militare

  • la campagna pubblicitaria che accompagnò l'importazione in Europa di questi orologi e che li indicò come prodotti secondo specifiche militari,  esaltandone  l’affidabilità e la robustezza

La campagna pubblicitaria esaltò i legami con il mondo militare, conferendo a questi specifici orologi sovietici, un fascino proprio, che i modelli occidentali non potevano avere, ammantandoli più di ogni altro modello russo, del mito che accompagnava l'apparato militare/tecnico sovietico.
Stiamo parlando dei fine anni '80, quando l'Unione Sovietica era ancora una superpotenza militare al pari di quella statunitense.
Una potenza militare temuta ed una Nazione che vantava una serie di realizzazione tecniche di primissimo valore, come la stazione spaziale Mir, l' Antonov An 225, tutt'ora l'aereo più grande al mondo ed altre di natura strettamente militare.
Il Boctok komandirskie crono, fu definito l'orologio degli ufficiali dell'Armata Rossa, come evidenziato dall'inserto pubblicitario dell'epoca, tratto da "Orologi - Le Misure del Tempo" (numero 10/89) in cui si precisa che il cronografo pubblicizzato è  proprio "quello originale dell'Armata Rossa".

Quanto lì sostenuto non era vero, ma l'esaltazione del significato di un orologio, non è una prerogativa dell'orologeria russa; gli orologi devono creare emozione e la creazione di un immaginario, aiuta in tal senso.

La nascita del Boctok (Vostok) Komandirskie crono

Furono prodotti verso il 1989, per iniziativa della Time Trend, importatrice per l’Italia dei komandirskie "solo tempo".
A completamente della gamma dei komandriskie "solo tempo", alla Time Trend decisero la creazione di un komandirskie cronografico, che potesse andare più incontro ai gusti del pubblico italiano, che preferiva i cronografi, pur potendosi inserire pienamente nella famiglia dei "komandirskie".

Non si sa se l'orologio prese forma anche da studi già fatti alla Boctok o se fu un progetto nuovo né se ad occuparsene furono i disegnatori italiani o quelli russi.
Tale modello, fu pubblicizzato come l’orologio degli ufficiali dell’Armata Rossa, mentre in realtà  era un prodotto creato per il mercato italiano, in collaborazione con la Poljot e la Vostok (scritta Boctok in Occidente).
Dalla collaborazione tra le due case e l’importatore italiano, nacque il komandirskie crono, che incarnava perfettamente le aspettative che l’acquirente aveva nei confronti di un modello sovietico, richiamando molti elementi del contemporaneo komandirskie, l'orologio militare sovietico per eccellenza, il modello tutt'ora più diffuso e noto, tra tutti gli orologi sovietici; l'orologio sovietico per autonomasia, potremmo dire.

Elementi in comune del Komandirskie crono (prima serie), con altre produzioni sovietiche

Il komandirskie crono, è un orologio interessante per molte ragioni.

  • non è un orologio sovietico in senso stretto, perché è stato commissionato da un'azienda italiana, la Time Trend, che l'ha destinato esclusivamente al mercato italiano, l'unico per cui era importatore ufficiale Boctok.

  • ha componenti tipici con altre produzioni sovietiche, in particolare di Poljot e Boctok, due tra le aziende più famose nel panorama sovietico

  • è l'unico cronografo russo / sovietico dotato di un movimento Poljot 3133, marchiato Boctok

Questi ultimi due aspetti, lasciano aperti gli interrogativi su chi, abbia effettivamente assemblato l'orologio.
In particolare, la ghiera del komandirskie crono, richiama elementi tipici di alcuni komandirskie “solo tempo”, di casa Vostok (foto sotto a destra) mentre le lancette e la pasta fluorescente verde, sono le stesse di altri, contemporanei, cronografi Poljot, tra cui quelli in cassa Sturmanskie
Sotto, abbiamo a sinistra un cronografo Poljot in cassa Sturmanskie ed a destra un komandirskie solo tempo.

Particolarità del movimento Boctok 3133 montato sul Komandirskie crono

Come scritto in precedenza, ad eccezione della cassa e del quadrante, il komandirskie crono adotta componenti già presenti nella produzione sovietica.
Una precisazione bisogna farla per il movimento, che è un Poljot 3133, ma con stampigliato sul ponte del bilanciere la scritta Boctok URRS.
Questa è una particolarità del movimento originale montato sulla prima serie dei komandirskie crono, quelli prodotti per conto della Time Trend.
Sotto, abbiamo a sinistra l'immagine di un Poljot 3133, montato su tanti cronografi da polso di casa Poljot e sulla destra abbiamo un movimento 3133, montato su un komandirskie crono; ben leggibile, sulla parte inferiore del movimento, la scritta "Boctok".

Chi ha disegnato e costruito il komandirskie cronografo

Resta infine il dubbio, su chi abbia assemblato il komandirskie crono 3133.
Un'ipotesi, afferma che sia stato assemblato dalla Boctok; questa teoria si basa molto sulla scritta Boctok, impressa sul movimento Poljot.
Un'altra ipotesi, ritiene che il komandirskie crono venisse assemblato direttamente in Italia, dalla stessa Time Trend.
Questa teoria di basa sulla testimonianza di un tecnico dell'azienda Time Trend, secondo cui in Italia arrivavano dalla Russia dei kit di montaggio, che venivano assemblato e controllati in Italia.
Considerando che questo operaio è anche un pregevole ed onestissimo venditore su ebay, non posso che credergli.

Confezione di vendita del komandirskie crono

Gli orologi russi importati dalla Time Trend, ma in generale dagli importatori europei, erano spesso accompagnati da una confezione ed un corredo molto curato, a parziale giustificazione della maggiorazione del prezzo di vendita, rispetto ad orologi costruttivamente simili, presenti in Unione Sovietica.
Nel caso del komandirskie crono, ne abbiamo un evidente esempio nella scatola in legno massello in cui era custodito l'orologio.
Tale corredo di vendita, accompagnò di sicura la prima (quella Time Trend) e la seconda serie del komandirskie crono (quella di importatori tedeschi); come vedremo infatti, del komandirskie crono, furono fatte 3 versioni.

Prima versione del cronografo Boctok komandirskie

La prima versione del cronografo komandirskie, fu ufficialmente importata in Italia a fine anni 80 dalla Time Trend (Mirabilia), importatrice ufficiale degli altri modelli di komandirskie nonché dei Sector. Tale serie era costituita da due modelli, uno per ufficiali di marina ed uno per quelli di aviazione, come mostrato nel seguito.

Da notare come il modello uffiiciale da marina, ha molto probabilmente stilizzata la tipica prua di un incrociatore classe Kirov.

La cassa di questi esemplari è in ottone cromato, fondello con anello di tenuta a vite, vetro in sintetico.
E' forse la serie più apprezzata in Italia, proprio perché costruita espressamente per il mercato nostrano.
La sua particolarià oggettiva è quella di avere il movimento marchiato Boctok sul ponte del bilanciere; è l'unica serie con questa caratteristica.
Come abbiamo visto, l'orologio era venduto in una scatola di legno massello.


 Per le altre serie del cronografo Boctok komandirskie:
Per alcune fotografie del cronografo Boctok komandirskie   ( Time Trend )
Per vedere i komandirskie "solo tempo", vai qui:
Per altri cronografi Poljot:
 
Cerca
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu