Poljot Buran 3133 - La (mia) finestra sul web

La (mia) finestra sul web
orologeria, tecnica, informatica
Vai ai contenuti

Menu principale:

Poljot Buran 3133

Orologi > Orologi russi > Poljot ( Полет ) > Poljot Buran ( Буран )

Poljot Buran ( Буран ) 3133

L'origine dei Poljot ( Буран ) Buran

I Poljot Buran (Буран) sono una famiglia di orologi russi, ispirati, nel disegno della cassa, al cronografo tedesco Tutima Urofa, in uso dagli aviatori della Luftwaffe nella seconda guerra mondiale.
Questa linea di orologi, è presente con due esemplari nei cataloghi Poljot del 1992 e fu successivamente ampliata.
Ricordo che l'inizio degli anni '90 fu un periodo che vide in Europa un'alta richiesta di orologi mecanici russi, sopratutto cronografi, una tipolgia fino a quel momento poco presente nei cataloghi dell'epoca sovietica.
Fu quindi a partire da questi anni che la Poljot incrementò la propria offerta, di cui i Poljot Buran sono un esempio, che vede nelle versioni a cronografo, gli esemplari più noti della famiglia.
Ci si può chiedere, perché disegnare una famiglia di orologi ispirati proprio dal disegno del Tutima Urofa; le risposte, sono due.
Una prima risposta, "storica" è che il Tutima Urofa 59, pur essendo un cronografo tedesco, è stato costruito per pochi anni anche a Mosca e, seppur forzatamente (in quanto di completa concezione tedesca), lo si può ritenere far parte del mondo orologiaio sovietico.

L'assegnare, al Poljot Buran, un antico e pregiato progenitore, era un fattore che poteva incrementare l'appeal del prodotto.
La seconda risposta, è che il Tutima Urofa incarna perfettamente gli stilemi del cronografo militare vintage, che in tal modo sono stati trasferiti tali e quali sul Poljot Buran, che infatti è apprezzato anche da chi non è interessato all'orologeria russa, ma agli orologi di stile militare.
Per altro, in quegli anni, di inizio '90, era molto forte lo stereotipo che vedeva l'orologio russo come molto vicino al mondo militare ed il Poljot Buran, con il suo aspetto, andava incontro a questa aspettativa.
Lo stesso nome, Buran, in russo significa "tempesta" (e fa anche riferimento alla navetta spaziale simile allo space shuttle).


I diversi tipi di Poljot Buran 3133

Il Poljot Buran con P3133 ed indici numerici, è un modello che è stato presente per numerosi anni nei cataloghi della casa ed è oggi reperibile in almeno 4 versioni, succedutesi negli anni, differenti tra di loro per piccoli particolari.
Il quadrante può essere nero o bianco.
Tutti, montano ovviamente un Poljot 3133, il solo movimento cronografico meccanico prodotto a partire dall'inizio degli anni '80.

Poljot Buran con indici a pallino

Oltre che nella versione con indici numerici, il Poljot Buran in versione cronografo è stato prodotto anche con i medesimi quadranti, ma con gli indici a pallino; queste versioni sono non sono più prodotte, forse perché l'indice a pallino conferiva all'esemplare un aspetto meno "vintage", scostandosi dal "Tutima style" a cui il Poljot Buran vuole ispirarsi.
Sinteticamente, in merito alla varianti con gli indici a pallino, anziché numerici, possiamo far riferimento alla pag.4 del catalogo Poljot del 1996, in cui compaiono 3 versioni di questo modello di Poljot Buran.

Poljot Buran con indici numerici

In questo pagina tratterò, principalmente, del Poljot Buran 3133, nella versione più vicina al Tutima e cioè con gli indici numerati.
Si tratta di un modello che è stato presente per numerosi anni nei cataloghi della casa ed è oggi reperibile in almeno 4 versioni, succedutesi negli anni, differenti tra di loro per piccoli particolari.
Tutti, montano ovviamente un Poljot 3133, il solo movimento cronografico meccanico prodotto a partire dall'inizio degli anni '80.
Molto simile al Poljot Buran 3133 è il Kirowa cal. P3133, presente nel catalogo Poljot del 2002, che si differenzia unicamente per l'assenza del e per il diverso nome riportato sul quadrante.

Collocare temporalmente le varie serie, non è facile, perché i cataloghi ad esempio non ci forniscono informazioni sulla chiusura della cassa.
Gli elementi che differenziano le diverse versioni sono:

  • tipo di ghiera: se fissa o rotante

  • tipo di chiusura del fondello, se con anello di tenuta a vite o a pressione

  • materiale della cassa, che sarà in acciaio a partire dal 2000 circa.

La prima versione, presente nel catalogo del 1992, ha la cassa in ottone cromato, ghiera non girevole senza la tacca rossa, cassa di dimensione (senza corona) di 38 mm, indici e sfere luminescenti, vetro probabilmemte ancora sintetico.
E' probabile che il fondello fosse con chiusura ad anello di tenuta a vite e che presto la ghiera divenne rotante; questa è la classica configurazione in cui è possibile trovare i Poljot Buran "Сделано в СССР".
In questo catalogo, non compare ancora la versione con "i pallini" al posto dei numeri, negli indici, versione che generalmente è nella cassa priva di ghiera e con fondello a pressione.
Fondello a parte, la ghiera con la tacca rossa compare nel catalogo del 1996, ma non sappiamo se la ghiera è rotante o fissa.


Sotto, alcune foto della versione con ghiera girevole e fondello con chiusura ad anello a vite.


Nel catalogo del 1996, compare una seconda versione con ghiera con la tacca rossa, ma non sappiamo se girevole; allo stesso modo, non sappiamo se il fondello sia a vite o con chiusura a pressione.
La mia idea è che tale versione abbia la ghiera non girevole ed il fondello con chiusura a pressione.
Il materiale della cassa è ancora, presumibilmente, ottono cromato.

Nel catalogo Poljot del 2002, compare una terza versione, che vede la cassa in acciaio spazzolato o lucido, la corona di ricarica ed i pulsanti della cronometria più grande rispetto alla versione precedente, gli indici e le sfere sono luminescenti, la ghiera è girevole e con una tacca rossa.
Il diametro della cassa, esclusa la corona è di 38mm.
Anche in questo caso, come nei precedenti, il vetro è in minerale.
Sotto, alcune foto di un esemplare di questa serie, prese da sonnenflasche.

Infine, nel catalogo Poljot (nel frattempo, diventata MarkTime) del 2006, compare una quarta versione, nonché l'ultima, identica alla precedente, con la cassa in acciaio satinato e diametro di 40mm anziché 38mm.
Da notare che a questa versione è assegnata una'indicazione di impermeabilità fino a 50m, anziché i 30 metri della versione precedente.



Oggi
, il Poljot Buran cal. 3133 è, come abbiamo visto, un modello tutt'ora reperibile in nuovi esemplari.
Il movimento è sempre l'affidabile Poljot 3133 e grazie al suo aspetto, che rispecchia in pieno lo stile degli orologi militareggianti, che vogliono un quadrante nero con indici chiari, è un orologio che incontra i favori anche di chi non è per forza appassionato di orologeria russa.

Per alcune foto di Poljot Buran ( Буран ) con Poljot 3133, andate qui

Il fascino degli orologi russo sovietici
Foto di orologi russo sovietici
Il movimento cronografo russo: P3133

Pag. 1: I movimenti cronografici russi (sovietici)

Pag. 2: Poljot 3133, il movimento standard dei cronografi da polso russi e sovietici

Pag. 3: I componenti del Poljot 3133

Pag. 4: Boctok 3133, il Poljot 3133 costruito in joint venture con la Boctok

I cronografi russi Boctok e Poljot

Cronografo russi in cassa sturmanskie: i diversi modelli.

Poljot Crono Sturmanskie, il crono dell'Aviazione Sovietica

Pag. 1: La storia dello Sturmanskie: l'orologio di Gagarin

Pag. 2: I diversi modelli di cronografi Sturmanskie

Pag. 3: Cronografo Sturmanskie blu del 1996

Pag. 4: Cronografo Sturmanskie in cassa tonda

Pag. 5: Cronografo Sturmanskie Poljot 31659

Pag. 6: Istruzioni Poljot Sturmanskie

Altri modelli di cronografi Poljot P3133

Pag. 1: Cronografo Poljot in cassa tonda

Pag. 3: Cronografo Poljot del 1994

Pag. 4: Crono Poljot del 1995

Vremia BPEMR - storia e modelli

Pag. 1: Vremia - BPEMR (BPEMA)

Pag. 2: La produzione Vremia - BPEMR

Pag. 3: Recensione dell'epoca di un crono Vremia

Poljot International: la storia

Pag. 1: La Poljot International

Pag. 2: Poljot Basilika

Cronografi Buran


Modello svegliarino: Poljot 2612

I cataloghi ufficiali Poljot - per riconoscere i modelli coevi


Vostok (Wostok)

Pag. 4: Vostok 2605

 
Cerca
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu