Nascita della Poljot ( Полёт ) - La (mia) finestra sul web

La (mia) finestra sul web
orologeria, tecnica, informatica
Vai ai contenuti

Menu principale:

Nascita della Poljot ( Полёт )

Orologi > Orologi russi > Poljot ( Полет ) > La storia della Poljot

Nascita e fondazione della Poljot ( First Moscow Watch Factory)

Continuiamo la lettura dell'articolo tratto dal “journal watch business”, scritto da Olga Kuznetsova ed adattato dal sottoscritto; siamo nel 1927, lo Stato non più zarista, prende in mano le redini dell'economia ed avvia un processo di industrializzazione che riguarda anche l'industria orologiera.
1927 -Il governo USSR acquisisce i macchinari per far nascere la futura Poljot
I 26 aprile 1929 furono firmati due contratti con la Duber Hampton: la vendita della fabbrica di orologi (con una produzione annua di 200-250 mila ore) ad un costo di 325 mila dollari con rate per 5 anni e un contratto per i pezzi di ricambio e prodotti semilavorati del valore di 135 mila dollari.
Per avviare la produzione, furono scelti quattro tipi di orologi:
  • tasca uomo su 15 pietre per Commissariato del Popolo delle Ferrovie;
  • orologio da polso da uomo su 7 pietre per l'Armata Rossa;
  • tasca uomo su 7 pietre e braccialetti delle donne su 15 pietre - per la vendita sul mercato.
Nel mese di maggio 1929, il 5 ° Congresso dei Soviet ha approvato il primo piano quinquennale, che prevedeva la costruzione durante il piano quinquennale di più di 1.200 stabilimenti in tutto il territorio, tra cui la futura prima fabbrica di orologi di Mosca.

Nel mese di aprile 1930, un piroscafo con le attrezzature americane arrivò in Russia, e in quel momento a Mosca, nella via Vorontsovskaya, sul territorio della ex fabbrica di tabacco "Krasnaya Zvezda",  era già in costruzione il nuovo edificio destinato ad ospitare la futura azienda.

Il fatto che molta importanza è stata data alla creazione dell'industria orologiera sovietica, è testimoniato dal fatto che non furono completate circa il 70% di tutte le fabbriche previste nel primo piano quinquennale.
Alla costruzione della prima fabbrica di orologi, fu assegnata una priorità nel finanziamento e nella fornitura di materiali, strumenti, ecc.
La costruzione dell'edificio principale, iniziato con lo scavo nel mese di febbraio 1930, fu completata nel giugno dello stesso anno.
L'installazione delle apparecchiature principali fu completata il 15 settembre 1930.

Il 1 ° ottobre 1930, l'impianto entrò in funzione e il 5 novembre, i primi 50 pezzi di orologi da tasca sovietica a 7 rubini, furono raccolti sul tavolo del Presidium nella solenne assemblea dedicata all’anniversario della Grande Rivoluzione d'Ottobre nel Teatro della Rivoluzione (a quel tempo chiamato il Teatro Bolshoi).
Questo fu l'inizio dell'industria orologiera nazionale.
Ufficialmente l'impianto è stato poi chiamato il "First State Clock Factory" (Prima Fabbrica Statale di Orologi) o "1° GCHZ", (1ый ГЧЗ) più tardi divenuto First Moscow Watch Factory " (Prima Fabbrica di Orologi di Mosca) ovvero 1st MWF (1ый МЧЗ)
I primi orologi prodotti presso la 1GYZ, erano tasca "1 ° tipo", o K-43, con i piccoli secondi ad ore 9. Il primo modello, dal 1931, fu anche esportato; fin da subito, la “1GCHZ” esportò i propri prodotti.
Sotto, un catalogo del 1932.
1932 - 1945 Gli Anni della Seconda Guerra Mondiale
Sono passati due anni, siamo nel 1932.
Se in una prima fase l'assistenza tecnica fu fornita da specialisti provenienti da Stati Uniti e Germania, adesso l’impianto è cresciuto e può risolvere in maniera indipendente i problemi tecnici, oltre a sviluppare da solo nuovi meccanismi.
Iniziò lo sviluppo di nuovi modelli; su richiesta della Direzione Militare dell’Aviazione fu organizzata la produzione di cronometri per gli aeromobili.
Nello stesso anno, iniziò l’aggiornamento tecnico dei macchinari dell’impianto.
Nel 1935-1936 l'impianto ricevette più di 120 nuovi macchinari da aziende leader a livello mondiale mentre un’altra parte fu prodotto con risorse interne.
Nel 1939, il numero di macchinari nello stabilimento aumentò di una volta e mezzo.
Nel 1935, la Prima Fabbrica di orologi di Mosca cessò la produzione di orologi da donna; per soddisfare le loro esigenze, fu organizzata una nuova produzione a Penza, presso il locale impianto di biciclette, acquisendo macchinari dalla francese LIP.
Con il contributo di molte specialisti della “Prima Fabbrica di Orologi di Mosca”, nacque la ZIF, anche nota dal 1940 come Terza Fabbrica di Orologi di Penza, ovvero Zvezda.
Il 16 dicembre 1935 la “Prima Fabbrica di Orologi di Mosca”, 1MCHZ,  con un decreto firmato da M. Kalinin, prende il nome di SM Kirov.
Durante il periodo 1930-1941, circa 2,7 milioni di tasca e orologi da polso del "1 ° tipo" furono prodotti.
Nel periodo precedente alla Seconda Guerra Mondiale (dai Russi chiamata la “Grande Guerra Patriottica), procedette la produzione dei diversi orologi per soddisfare le esigenze interne; orologi per l’aviazione, cronometri, cronometri marini, orologi da polso, automobilistici e d’uso negli impianti industriali.
Furono avviati i preparativi per la produzione di orologi da polso di alta gamma, ma questo progetto fu interrotto il 22 giugno 1941, quando iniziò la Grande Guerra Patriottica.
Il motto dell’intera nazione sovietica, divenne: "Tutto è per il fronte Tutto per la vittoria.".
Tutte le produzioni furono convertite alle esigenze militari.
La prima fabbrica di orologi in data 30 luglio ricevette l’ordine per la produzione di valvole per impianti di aeromobili.
Nel dicembre del 1941, la maggior parte delle attrezzature e tecnici della 1° MCHZ furono evacuati a Zlatoust nella regione di Chelyabinsk. Naque così la "Fabbrica di orologi di Zlatoust". Alcuni dei prodotti che ZCHZ produce ancora oggi sono la produzione aggiornata della 1° MCHZ, negli anni prima della guerra.
Con le apparecchiature che restarono a Mosca, fu organizzata la produzione di strumenti per la difesa militare; munizioni, occhiali d’aviazione, orologi e cronometri per l’aviazione e la marina.
Alcune componenti dei primi temibili razzi Katyusha, furono costruite a Mosca.

La fabbrica tornò alla produzione di prodotti per il tempo di pace, ancor prima della fine della guerra: nel 1943 inizia la produzione di macchine utensili per l'industria orologiera, nel 1944 inizia la produzione di orologi per la casa e per automobili. Nel mese di aprile 1945, cessa la produzione di munizioni ed inizia la produzione di nuovi orologi, come il Pobeda (che significa Vittoria) K-26.
Sotto, un catalogo del 1940 tratto da qui.
Potrebbe interessarti anche:
 
Cerca
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu